bamberg cosa vedere
Cosa vedere a Bamberg – Foto: goodfon.ru

Il miglior sito per volare low cost

Cosa vedere a Bamberg, splendida città dell’Alta Franconia, costruita su sette colli e conosciuta in Germania come la Roma della Baviera?

Questa antichissima città imperiale, in passato sede dei principi-vescovi, è stata dichiarata nel 1993, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Storia di Bamberg

Spendi meno per un Hotel

Bamberg – in italiano Bamberga – è una città di 70.000 abitanti dell’Alta Franconia, adagiata sulle rive del fiume Regnitz, quasi alla confluenza con il Meno.

Le prime notizie su questo luogo risalgono al 902 d.C., quando la città era un piccolissimo centro abitato che si chiamava Castrum Babenberg.

Intorno all’anno 1000 d.C. Enrico II fondò qui la sede del vescovato, sede che rimase attiva fino ai primi anni del 1800, anni in cui la città di Bamberga fu occupata e annessa alla Baviera.

Cosa vedere a Bamberg

Rimasta quasi illesa dalle devastazioni della Seconda Guerra Mondiale, Bamberg possiede il più esteso e conservato centro storico di tutta la Germania, con un patrimonio artistico che spazia dall’epoca medioevale fino a quella barocca.

Altes Rathaus

cosa vedere bamberg
Altes Rathaus di Bamberg – Foto: pure-life-pictures/Fotolia

Il vecchio municipio di Bamberg – Altes Rathaus – è una delle attrazioni di punta della città: esso si trova proprio nel mezzo del Regnitz, come se fosse un’isola artificiale a sé stante, e lo si può raggiungere attraverso due ponti.

Secondo una antica leggenda, il Vescovo di Bamberg era restio a concedere parte del proprio territorio ai cittadini per costruire un municipio; i cittadini di Bamberg, allora, crearono un’isola artificiale nel bel mezzo del Regnitz, ricavando così la terra per costruire il proprio municipio.

Oggi al suo interno è esposta la sfarzosa collezione barocca chiamata Collezione Ludwig: qui sono esposte porcellane provenienti da tutte le manifatture tedesche ed europee, prima fra tutte la manifattura Meissen. Questa collezione è considerata ad unanimità come una delle più importanti del mondo.

La vecchia e la nuova corte di Bamberg

Attraversando la Schöne Pforte – bella porta – si raggiunge la vecchia corte di Bamberg ed il suo cortile in un bellissimo stile romanico. Attorno a questo grande cortile, sorge l’antica residenza imperiale e vescovile.

Di fronte a questa struttura, si trova la Nuova Residenza del XVII secolo. Al suo interno, meritano una visita la Kaisersaal, con i suoi affreschi illusionistici e i ritratti degli imperatori del Sacro Romano Impero, e il Giardino delle Rose – Rosengarten – con le sue 4.500 rose appartenenti a diverse specie, realizzato su progetto di Balthasar Neumann.

Quartiere dei pescatori

bamberg piccola venezia
Bamberg, la piccola venezia – Foto: blog.atlastravelweb.com

Bamberg viene anche chiamata “la piccola Venezia” – Kleines Venedig – per via del suggestivo panorama offerto dalle casette dei pescatori lungo il fiume Regnitz, alcune delle quali addirittura risalenti al Medioevo, che ricordano un po’ i canali della famosa città lagunare. Ogni casetta è dotata di un minuscolo giardino e di un approdo per la propria barca. Come se non bastasse, da qualche anno è possibile attraversare il fiume anche in gondola!

Quartiere degli ortolani

Il quartiere degli ortolani di Bamberg è stato uno dei primi nuclei abitativi medioevali della città; la sua particolare architettura, ha contribuito a dare un volto, una estetica alla città che si mantiene ancora oggi.

Nel cuore di questo quartiere, nella zona di Mittelstrasse, sono ancora presenti file intere di case rimaste ancora nel loro stato originario. La tecnica con la quale venivano costruite le case degli ortolani, prevedeva un portone abbastanza largo e grande per fare passare i carri trainati dal bestiame; questo passaggio serviva inoltre come cortile o per la trebbiatura. Ogni casa prevedeva una zona abitativa per le famiglie, una stalla per il bestiame ed il magazzino per i prodotti ortofrutticoli.

Gli ortolani e i vignaioli hanno caratterizzato fin dagli albori, il volto della città.

Da non perdere, nel mezzo di questo quartiere, il museo degli ortolani e dei vignaioli in una tipica abitazione dell’epoca.

Chiese di Bamberg

kaiserdom duomo Bamberg
Kaiserdom, il duomo di Bamberg – Foto: Fotolia.de

A Enrico II si deve anche la costruzione del duomo – il Kaiserdom – che fu iniziato e consacrato nel 1012 per essere poi completato solo due secoli più tardi.

Il particolare interessante del duomo di Bamberga, oltre al fatto di possedere quattro campanili, consiste nella fusione di stili diversi appartenuti ad epoche diverse: iniziato a costruire seguendo i dettami del Romanico, fu completato secoli dopo seguendo i canoni del Gotico.

All’interno del duomo sono ospitate le tombe dello stesso imperatore e di sua moglie, il sepolcro di Clemente II e la statua equestre del Cavaliere di Bamberga – Bamberg Reiter – una statua raffigurante (forse) il Re Stefano I di Ungheria quale sommo esempio di virtù cavalleresca.

Dal colle Michaelsberg potete raggiungere la chiesa di St. Michael ed il Convento dei Benedettini (oggi casa di riposo) iniziato a costruire nel 1015. Da qui si può ammirare un bellissimo scorcio di Bamberg e della sua campagna.

Altri punti di particolare interesse sono il Convento dei Carmelitani sito a Karmelitenplatz 1 e ancora oggi presieduto dai frati, la gotica Obere Pfarrei – Parrocchia Alta – risalente al 1325 e la Böttingerhaus, un supremo esempio di casa patrizia del Barocco tedesco.

Musei di Bamberg

Historisches Museum: questo museo storico di Bamberg si trova all’interno della vecchia corte, e già per questo meriterebbe una visita. Qui si possono ammirare capolavori d’arte ti gran valore che partono dal medioevo fino alle esposizioni temporanee.

Diocesan Museum: il museo diocesano di Bamberg conserva preziosissimi oggetti liturgici, libri e reliquie della millenaria storia del vescovato cittadino. Tra le tante preziosità da vedere, non perdetevi per nulla al mondo il famoso manto stellato di Enrico II; sappiate anche che alcuni oggetti custoditi nel museo, sono utilizzati ancora oggi per celebrare le funzioni religiose nel duomo di Bamberg.  

Bamberger Krippenmuseum: in questa città, il culto del presepe è da sempre molto radicato. Il museo dei presepi di Bamberg,  presenta in due sale un numero impressionante di presepi natalizi divisi per materiali e origine provenienti da ben 25 nazioni differenti, compresi in un arco di tempo di quattro secoli.

Levi Strauss Museum: il museo di Levi Strauss, collocato nella casa natale dell’inventore dei jeans a Buttenheim, racconta la storia di quest’uomo che, dopo essere emigrato negli USA, creò i Levi‘s, i pantaloni più famosi del mondo.

La birra affumicata di Bamberg

birra affumicata bamberg
Birreria Schlenkerla – Foto: fotolia.de

Bamberg è unita alla sua birra affumicata – in tedesco, Rauchbier – da uno speciale legame; la più conosciuta tra le birrerie che offrono questo particolare tipo di birra è sicuramente la Birreria Schlenkerla, uno dei luoghi più tradizionali della città. Il locale si trova nel centro della città vecchia, proprio vicino alla cattedrale, in un’antica (e bellissima) casa a graticcio. Visitare Bamberg senza provare un mass di Aecht Schlenkerla Rauchbier equivale non aver visitato adeguatamente la città.

Il tuo Hotel a Monaco di Baviera al prezzo più basso
CONDIVIDI
mm
Imprenditore digitale 100% Made in Puglia, sono un travel blogger e web developer che vive e lavora tra Monaco di Baviera, Tenerife e Bari. Da sempre mi piace descrivere e condividere il mondo che mi circonda, e senza quasi accorgermene ho realizzato per voi un portale di 300 pagine su Monaco di Baviera! Enjoy :)