Castello di Neuschwanstein: il castello delle fiabe di Walt Disney

castello neuschwanstein baviera

Il castello di Neuschwanstein, conosciuto anche come il castello delle fiabe, fu costruito intorno alla fine del XIX secolo per volontà del Re Ludwig II di Baviera.

Esso si trova in Germania, nel sud-est del paese, nelle vicinanze di Füssen, all’interno della località di Schwangau.

Davanti a questo maniero si erge maestoso un’altro capolavoro architettonico, il castello di Hohenschwangau.

Re Ludwig II di Baviera era un amante della pace e della solitudine. Proprio per questo mise a disposizione i suoi fondi personali per dare il via ai lavori per la costruzione del castello, che fu realizzato in omaggio al musicista Richard Wagner.

Alla morte di Ludwig, nel 1886, divenne possibile visitarlo. Oggi il castello di Neuschwanstein è uno dei castelli più visitati in Europa: infatti attira all’incirca 1,5 milioni di turisti ogni anno, desiderosi di visitare questo luogo magico, che è stato inoltre inserito tra le sette meraviglie del mondo moderno.

OKTOBERFEST 2018 in BUS

Vivi anche tu la festa della birra più famosa del mondo.

Scopri le partenze da tutta Italia.

La Walt Disney, proprio per la magia ed il fascino che questo luogo emana, si ispirò al Castello di Neuschwanstein quando una delle sue fiabe aveva come ambientazione un castello: proprio questo castello ha ispirato fiabe come La bella addormentata nel bosco, Biancaneve e i sette nani, Cenerentola e Rapunzel.

All’interno del castello si trovano stanze maestose, come la Camera da letto del Re Ludwig II di Baviera, la Sala del Trono, e la Sala dei Cantori delle Grotte. Il disegno del castello di Neuschwanstein è un tributo a Lohengrin, il cavaliere del cigno, un’antica leggenda tedesca.

Quando fu completato, il castello contava 200 stanze, e comprendeva anche gli alloggi della servitù e degli ospiti. Sfortunatamente, il Re Ludwig vide completate solamente 15 stanze prima della sua morte. Le stanze del sovrano erano disposte su tre piani, mentre il quarto era interamente occupato dalla Sala dei Cantori.

Proprio la Sala dei Cantori è la più grande del castello, seguita dalla Sala del Trono. La Sala dei Cantori ha una forma rettangolare, ed è adornata con scene tratte dalle storie dei cavalieri Lohengrin e Parsifal.

La Sala del Trono è invece collocata nell’ala ovest dell’edificio, occupando il terzo piano ed una parte del quarto. Al suo interno si trova il leggendario trono di Re Ludwig, che fece sì che questa stanza ricordasse nelle sue forme una chiesa, con scene raffiguranti le vicende di Gesù e dei 12 apostoli.

Il biglietto di ingresso, per chi desidera visitare il castello, è acquistabile solamente presso la biglietteria nella località di Hohenschwangau, che si trova sotto il castello.

Dove si trova il castello di Neuschwanstein

Il castello di Neuschwanstein si trova nella parte meridionale della Baviera quasi al confine con l’Austria; dai suoi 965 metri di altezza, offre una splendida vista sui paesi di Füssen e Schwangau. Oltre a ciò, il panorama si presenta intervallato da piccole montagne ed incantevoli laghi, tra i quali si distingue il piccolo Alpsee.

Per godervi totalmente la fantastica vista del castello delle fiabe, dovrete attraversare il famoso Ponte di Maria – in tedesco Marienbrücke – chiamato in questo modo in onore della Regina Maria, la madre di Ludwig II, che si trova proprio sopra la gola di Pöllat.

Scopri le ragazze più sexy dell’Oktoberfest 2018. Clicca qui

Tanti sono rimasti affascinati dalla bellezza del castello: uno su tutti, Walt Disney, si ispirò proprio al castello di Neuschwanstein per sceneggiare il suo più celebre film di animazione “La bella addormentata nel bosco”; oggi, una replica di questo castello è presente in tutti i parchi Disney del mondo.

castello neuschwanstein

Interno del castello di Neuschwanstein

Le sale interne di questa splendida dimora sono un omaggio al genio musicale e grande ispiratore del sovrano Richard Wagner: i temi delle decorazioni esposte, ripercorrono le gesta del Lohengrin e del Tannhäuser, raccontano la storia di “Tristano e Isotta”, del “Parsifal” e de “I maestri cantori di Norimberga”, un vero inno al romanticismo e alle antiche leggende germaniche.

Qui potrete visitate le ricche stanze, tra le quali la sala del trono, progettata in stile bizantino da J. Hofmann; in questa sala, i gradini in marmo di Carrara vi porteranno verso l’abside dove, prima della morte di Re Ludwig II, era prevista la costruzione di un trovo fatto di avorio e oro, mai realizzato dopo la morte del sovrano.

I dipinti che circondano la sala sono opera di W. Hauschild e rappresentano i dodici apostoli e alcune scene delle loro vite. Al centro dell’abside è presente la figura di Cristo con Maria mentre alla fine della sala potrete ammirare il dipinto che raffigura La lotta di San Giorgio con il drago.

La cosa “divertente” di questo dipinto è che, al suo interno, si può vedere la rocca di Falkenstein, il quarto castello progettato da Re Ludwig II: la sua costruzione doveva iniziare nel 1886 ma, dopo la sua morte, ovviamente non fu mai posta la prima pietra.

Se ci fate caso, il candelabro della sala del trono (costruito in ottone dorato) è a forma di corona bizantina e contiene 96 candele; il pavimento della sala invece è stato realizzato utilizzando per il suo mosaico oltre due milioni di tessere.

La camera da letto del castello di Neuschwanstein è l’ennesimo inno allo sfarzo più sfrenato data la predilezione del sovrano per questo tipo di ambienti; realizzata in stile tardo gotico, la stanza presenta dei preziosi intagli eseguiti su legno di quercia da ammirare soprattutto sul baldacchino, sulle sedie da lettura e nella parte superiore del lavabo.

Gli intagli presenti ai piedi del letto raffigurano una relazione simbolica tra la morte e il sonno. Le tende sono ornate dallo stemma della Baviera, dal leone dei Wittelsbach e dal cigno. Dalla finestra del balcone si può godere di una magnifica vista sulla gola di Pöllath con la sua cascata.

Al soggiorno reale si accede tramite una finta grotta composta da stalattiti e stalagmiti che permettono di passare davanti al piccolo giardino di inverno; il soggiorno è costituito da un ampio salone ed una saletta un po’ più appartata conosciuta anche come “l’angolo dei cigni”.

Per costruire invece la famosa sala dei cantori, venne preso come modello il castello di Wartburg, già visitato in precedenza dal sovrano.

I dipinti che ammirerete nel corridoio del palco e nella sala si rifanno alla leggenda di Parsifal; la cosa tanto strana quanto interessante è quella che, fino a quando Re Ludwig II rimase in vita, questa meravigliosa sala non venne mai utilizzata.

Come arrivare al castello di Neuschwanstein

Per arrivare al castello di Neuschwanstein, il modo migliore è usare i mezzi pubblici.

Si può raggiungere Füssen in treno, e poi proseguire con l’autobus RVA/OVG 73 in direzione Garmisch-Partenkirchen oppure con l’autobus RVA/OVG 78 in direzione Schwangau fino alla fermata di Hohenschwangau.

Il castello di Neuschwanstein si trova in Neuschwansteinstrasse 20, a Schwangau.




Booking.com

Previous Post
Next Post