castello nymphenburg monaco baviera
Castello di Nymphenburg

Il miglior sito per volare low cost

Il castello di Nymphenburg a Monaco – Schloss Nymphenburg, in tedesco – è uno delle più belle residenze del capoluogo bavarese; facilmente raggiungibile dal centro città, è stato fino agli anni ’20 del secolo scorso, la principale residenza estiva dei membri della nobile casata dei Wittelsbach.

Storia del palazzo di Nymphenburg

storia palazzo nymphenburg monaco

Spendi meno per un Hotel

Riconoscente per la nascita dell’erede al trono, il Principe elettore Ferdinando Maria decise di donare alla sua consorte Enrichetta Adelaide di Savoia un appezzamento di terra alle porte della città, allo scopo di far costruire una bella residenza di campagna.

I lavori di costruzione del castello di Nymphenburg iniziarono nel 1664 e vennero completati nel 1675, con il padiglione centrale ad opera dell’architetto Agostino Barelli.

A partire dal 1701, il Principe elettore Massimiliano Emanuele incaricò l’architetto Enrico Zucalli di aggiungere al padiglione centrale, le gallerie laterali e alcuni padiglioni residenziali. Grazie a queste nuove modifiche, l’edificio eretto da sua madre, raggiunse le dimensioni di una imponente residenza estiva.

Dal 1714, Joseph Effner progettò gli impianti degli edifici laterali che si connettevano tra loro lateralmente dando alla facciata principale un aspetto più moderno di chiara ispirazione francese.

In seguito, il Principe elettore Carlo Alberto completò l’opera facendo aggiungere dei rondò e direzionando la struttura verso la città.

Nato come un piccolo casino di caccia, il castello di Nymphenburg si trasformò, a lavori ultimati, in un’enorme residenza estiva che simboleggiava l’assolutismo bavarese.

Cosa vedere al castello di Nymphenburg

All’interno del castello ci sono diversi saloni e gallerie da visitare.

  • Steinerner Saal: la Steinerner Saal – in italiano, sala di pietra – fu affrescata da uno dei migliori stuccatori bavaresi dell’epoca, Johann Baptist Zimmermann. Oltre a questo, ci sono anche delle decorazioni di François de Cuvilliés. Qui fu battezzato il piccolo Ludwig II, l’uomo che tutti conosco come il “Re delle Favole”, oltre ad essersi esibito per la prima volta, a soli 6 anni, Mozart, davanti al principe Max Joseph III in persona.
  • Galleria delle bellezze: la galleria delle bellezze – in tedesco, Schönheitsgalerie – fu voluta da Ludwig I e mostra i ritratti delle più belle nobildonne bavaresi, oltre ad una serie di bellezze locali di ogni strato sociale, in un lasso di tempo che va dal 1827 al 1850. Le malelingue dell’epoca, hanno sempre sostenuto che queste donne siano state tutte amanti del sovrano. Ad ogni modo, amanti o no, è molto interessante percorrere la galleria per vedere questi quadri ritratti per lo più dal famoso pittore di corte Joseph Karl Stieler. I ritratti più famosi della Schönheitsgalerie sono: Helene Sedlmayr, figlia di un calzolaio, l’attrice Charlotte von Hagn (conosciutissima e contesa tra Monaco, Berlino e San Pietroburgo) e le “amanti ufficiali” del re Lola Montez e Marianna Florenzi Marquesa.
  • Camera da letto verde: in questa bellissima camera da letto di color verde, sappiate che il 25 Agosto del 1845 nacque Ludwig II, il futuro re delle favole e creatore del castello di Neuschwanstein. Molto belli sono il letto a baldacchino ed il soffitto decorato nel 1675 da Domenico Triva, raffigurante la dea Flora.

I musei del palazzo del Nymphenburg

marstallmuseum castello di nymphenburg

All’interno del castello ci sono due tra i più interessanti musei di Monaco di Baviera: il Marstallmuseum, la collezione di carrozze reali, ed il Museo delle porcellane di Nymphenburg, con dei rari esemplari di porcellane di questa prestigiosa fabbrica europea.

  • Museo delle Carrozze: il Marstallmuseum, ospita una serie di carrozze (splendide quelle appartenute a Ludwig II), equipaggiamenti, accessori per l’equitazione di tutta la dinastia dei regnanti bavaresi. Nelle carrozze, vere e proprie opere d’arte, sono ben visibili tutti gli elementi che con maestria e pregio le compongono: arte tessile, scultorea, pittura e decorazioni. Alcune carrozze sono state testimoni anche di avvenimenti storici come l’incoronazione del 1742 del Principe elettore Carlo Alberto avvenuta a Parigi.
  • Museo delle porcellane di Nymphenburg: al primo piano del Marstallmuseum, è ospitata un’ampia collezione di porcellane di Bäuml, che documenta la produzione della manifattura delle porcellane a partire dalla sua fondazione nel XVIII fino ad arrivare agli anni ’20 dello scorso secolo.

Parco di Nymphenburg

palazzo di nymphenburg
Parco del Nymphenburg – Foto: P. Rogondino

Come in tutti i castelli bavaresi, anche il castello di Nymphenburg ospita un enorme parco dentro al quale ci sono dei graziosi padiglioni che permettono di godersi la bellezza della natura in maniera più discreta.

  • Amalienburg: il più bel padiglione nonché il più grande, è sicuramente l’Amalienburg, costruito tra il 1734 e 1739 da François de Cuvilliés il vecchio in stile rococò e donato alla principessa Maria Amalia, moglie del principe Karl Albrecht. Al suo interno potete ammirate la Spiegelsaal, la sala degli specchi, totalmente ricoperta da stucchi d’argento. L’attico era adornato da 16 vasi secondo le disposizioni dello Zimmermann, ricostruiti nel 1991. La decorazione esterna della struttura è molto semplice: sopra la porta di ingresso, è raffigurato un gruppo con la dea della caccia, opera dello Zimmermann, mentre nelle nicchie ci sono dei busti di satiri.
  • Badenburg: di fronte al Pagodenburg, si trova il famoso Badenburg, costruito tra il 1718 e il 1721 da J. Effner. Fondamentalmente, l’ispirazione di questo edificio è stata presa dai bagni turchi, conosciuti dal principe elettore quando era capitano imperiale durante la guerra di Ungheria. Il suo aspetto esteriore è di tipo neoclassico. Questo edificio rimase particolarmente danneggiato durante la seconda guerra mondiale.
  • Pagodenburg: Anche questo elegante edificio fu progettato da J. Effner tra il 1716 e il 1719. Secondo la leggenda però, fu proprio il principe Max Emmanuel a progettare la sua pianta a forma di ottagono ampliata da bracci a forma di croce. Al suo interno, i suoi ricchi decori si rifanno ai motivi turchi ed orientali, dando vita ad un ambiente esotico riuscito perfettamente, e molto in voga per l’epoca.
  • Eremo di Maddalena: l’eremo di Maddalena, è stato costruito esternamente in maniera artificiale come una specie di eremo in rovina, mentre al suo interno è stato disposto (sempre artificialmente) come una grotta con quattro ambienti adiacenti a forma di cella. Il costruttore di questo edificio finzionante è stato sempre J. Effner nel 1725. Questo luogo serviva al sovrano come via di fuga dal rigido cerimoniale di corte, per rimanere in solitudine e dedicarsi alla contemplazione filosofica e religiosa.

Allora? Siete rimasti affascinati dalle meraviglie del castello di Nymphenburg?

Prezzi del castello di Nymphenburg

I prezzi del castello di Nymphenburg sono i seguenti:

  • Date: 01 Aprile -15 Ottobre
    Costo: 11.50 euro – biglietto normale / 9.00 euro – biglietto ridotto

Con questi biglietti potrete visitare il palazzo, il museo delle carrozze, il museo delle porcellane e i padiglioni del parco (Amalienburg, Badenburg, Pagodenburg e eremo di Maddalena).

  • Date: 16 Ottobre -31 Marzo
    Costo: 8.50 euro – biglietto normale / 6.50 – biglietto ridotto

In inverno, i padiglioni del parco rimarranno chiusi.

Orari del castello di Nymphenburg

Gli orari di apertura del castello di Nymphenburg sono i seguenti:

01 Aprile -15 Ottobre: 09.00 – 18.00

16 Ottobre -31 Marzo: 10.00 – 16.00

Come arrivare al castello di Nymphenburg

Per arrivare al castello di Nymphenburg, basta prendere il tram N°17 dalla stazione centrale – Hauptbahnhof – con fermata Nymphenburg.

Il tuo Hotel a Monaco di Baviera al prezzo più basso
CONDIVIDI
mm
Imprenditore digitale 100% Made in Puglia, sono un travel blogger e web developer che vive e lavora tra Monaco di Baviera, Tenerife e Bari. Da sempre mi piace descrivere e condividere il mondo che mi circonda, e senza quasi accorgermene ho realizzato per voi un portale di 300 pagine su Monaco di Baviera! Enjoy :)