Il Castello di Herrenchiemsee, costruito su volere di Re Ludwig II, si trova su una bella isola del lago più grande della Baviera, la Herreninsel, in italiano “Isola dei signori”.

Tutti i giorni dal piccolo paese di Prien partono i traghetti che raggiungono il più francesizzante dei castelli di Ludwig.

Storia del castello di Herrenchiemsee

Questo castello fu costruito nel 1878 con il chiaro intento di essere la risposta bavarese alla reggia di Versailles. Anzi, il Re non voleva solo prendere a modello la struttura francese ma voleva addirittura superarla in sfarzo e bellezza architettonica.

Tuttavia la sua prematura morte avvenuta in circostanze mai chiarite del tutto nel 13 Giugno del 1886, fece si che anche questo rimase l’ennesima opera incompiuta dei castelli della Baviera.

Attualmente il castello di Herrenchiemsee è costituito solo e unicamente dalla parte centrale del palazzo. L’ala sinistra della struttura fu demolita i primi anni del ‘900 mentre la messa in opera della sua ala destra non fu mai eseguita per mancanza di fondi.

Iniziando a visitare il castello, uno dei primi punti di interesse che incontrerete sarà lo scalone d’onore.

castello herrenchiemsee
Castello di Herrenchiemsee – Foto: Andreas Dl/Flickr

Costruito parzialmente prendendo a modello la scala degli ambasciatori di Versailles, incisioni tardo ottocentesche e altri elementi decorativi come il tetto di vetro danno dello scalone d’onore una impronta, una sensazione decisamente diversa rispetto al modello originale.

La prima sala di parata che incontrerete al castello di Herrenchiemsee sarà la sala della guardia; qui potrete stupirvi ammirando i sontuosi marmi e gli stucchi d’oro, oltre alle vecchie alabarde della guardia reale.

Proseguendo con la vostra visita, ammirerete tanto i quadri dipinti con dei motivi che richiamano i tempi di Luigi XIV nella prima anticamera quanto il soffitto stupendamente decorato con il trionfo di Bacco e Cerere.

Le finestre della seconda anticamera del castello di Herrenchiemsee hanno una forma ogivale (l’ogiva è la forma dei proiettili n.d.r.) mentre i quadri della stanza rappresentano il solito Luigi XIV oltre ai membri del suo casato. Anche la statua equestre rappresenta il Re Sole.

La camera da letto di parata con la preziosità dei suoi stucchi, gli arredi di pregio ed i sontuosi tessuti è davvero uno spettacolo. Qui venivano organizzate le riunioni mattutine e serali del castello.

Proseguendo verso la Galleria degli Specchi (sempre costruita imitando quella di Versailles), sappiate che questa ha una lunghezza di 98 metri, con ben 33 lampadari e addirittura 52 candelabri. Siccome a Re Ludwig II piaceva sempre esagerare, la galleria del castello di Herrenchiemsee misura ben 25 metri in più rispetto alla sua omonima francese. Inoltre la leggenda narra che qui si potevano accendere più di 1800 candele…

castello di herrenchiemsee baviera
Castello di Herrenchiemsee – Foto: Andreas Dl/Flickr

Anche la sala da pranzo del castello ha forma ogivale ed è stata creata prendendo come modello l’Hotel de Soubise di Parigi. In questa sala troverete a completare l’arredamento diversi busti di nobildonne come la marchesa de Pompadour, la duchessa di Lavalliere e la contessa Dubarry.

Siamo sicuri però che la vostra attenzione sarà catturata dal famosissimo tavolo al centro della sala, il Tischlein-deck-dich (il tavolo che si apparecchia da solo), collegato alle cucine del piano inferiore mediante un sofisticato sistema di carrucole.

Questo speciale marchingegno fu creato appositamente affinché il re potesse mangiare in tranquillità e solitudine nel castello di Herrenchiemsee senza essere disturbato dalla servitù… una delle tante sue stranezze.

Sempre qui potrete avere l’occasione di visitare il Museo di Re Ludwig II con tanti cimeli per gli appassionati del genere come foto, lettere, abiti, oggetti personali, dipinti e tanto altro ancora.

Esternamente, il maniero è circondato da un geometrico giardino francese con la presenza di giochi d’acqua.

Finita la visita al castello di Herrenchiemsee, non trascurate di visitare la vecchia Abbazia dei Canonici Agostiniani. Questa abbazia fu comprata insieme alla Herreninsel nel 1873 da Re Ludwig I in persona. A giudicare dai saloni barocchi, i canonici che qui vi soggiornarono sin dal 1100, non se la passavano affatto male. Inoltre sempre all’interno di questa struttura è presente il piccolo appartamento privato del Re.

Se siete innamorati della leggenda dei Castelli di Ludwig, non potete mancare di visitare il castello di Herrenchiemsee sul lago Chiemsee, in Baviera.

I CASTELLI BAVARESI PIU' IMPORTANTI

castello di nymphenburg, a monaco baviera

Castello di Nymphenburg

Ogni anno, centinaia di migliaia di visitatori visitano questo sontuoso palazzo barocco. Costruito come residenza estiva per i principi elettori, il castello di Nymphenburg ed il suo parco sono una delle attrazioni principali della città nonché uno dei più grandi palazzi reali d'Europa.

castello di blutenburg monaco

Castello di Blutenburg

Il Castello di Blutenburg è un piccolo ma grazioso castello di Monaco di Baviera; la città, oltre alla Residenz e al castello di Nymphenburg, può vantare la presenza di questo terzo piccolo maniero proprio nel popolare quartiere di Pasing. Per raggiungerlo si passa per un bosco molto suggestivo all’interno del quale si può godere di scorci davvero preziosi come quelli offerti dalle case bavaresi dei primi anni del secolo scorso che si affacciano su piccoli laghetti.

castello di schleissheim

Castello di Schleissheim

Il Castello di Schleissheim si trova vicino Oberschleissheim, a circa 24 Km da Monaco di Baviera. Questa residenza in passato è appartenuta alla nobile casata dei Wittelsbach. Quello che oggi rappresenta uno dei palazzi più imponenti della Baviera, in origine non era altro che una semplice residenza di campagna, fatta costruire dal duca Guglielmo V nel 1597.

Chiudi il menu