Il Castello di Mespelbrunn (in tedesco Schloss Mespelbrunn) incastonato tra il cielo, l’acqua e la natura bavarese sembra uno di quei manieri di cui si narra solo nelle fiabe.

Ubicato nell’omonimo comune, a pochi chilometri da Aschaffenburg, il castello è di proprietà della nobile famiglia dei Conti di Ingelheim, i quali vivono ancora al suo interno, e di fatto rappresenta una delle più belle espressioni di dimora rinascimentale dell’intera Germania.

Dotato di poderose fortificazioni e di un imponente fossato, il castello di Mespelbrunn sorge tra Würzburg e Francoforte, nei pressi della foresta di Spessart; già da lontano è facile scorgerlo per via della sua imponente torre che lo sovrasta.

Storia del Castello di Mespelbrunn

La storia di questo particolare maniero tra i castelli della Baviera parte in tempi remoti da una semplicissima casa posseduta da un tale Hamann Echter, un nobile di Aschaffenburg.

A quei tempi la foresta di Spessart era completamente selvaggia ed incontaminata tanto da diventare un rifugio ideale per i banditi (in stile Sherwood) che procurarono al nobile non pochi problemi.

Fu cosí che pietra dopo pietra, Hamann Echter aggiunse alla sua umile dimora le torri ed il fossato.

Le generazioni successive hanno ulteriormente modificato la struttura del maniero e l‘aspetto attuale del castello di Mespelbrunn risale alla metà del 1500 grazie al volere di Peter Echeter von Mespelbrunn e di sua moglie Gertraud.

Sicuramente lo scorcio di maggior rilievo è quello comprendente il laghetto perché proprio partendo dalle sue rive lo si può ammirare in quasi tutta la sua interezza.

Già che ci siete, non perdetevi anche la cappella gotica dentro la quale sono sepolti alcuni nobili di famiglia.

Chiudi il menu