La Feldherrnhalle, conosciuta anche come la Loggia dei Marescialli, è sicuramente uno dei punti di massimo rilievo storico e culturale della città di Monaco di Baviera.

La realizzazione della loggia, di cui l’architettura è ispirata alla nota Loggia della Signoria di Firenze, o Loggia dei Lanzi, venne commissionata all’architetto tedesco Friedrich von Gärtner nel 1841 dal sovrano Ludwig I per onorare gli eroi della Baviera e i valorosi generali.

Il monumento fu portato a termine nel 1844.

Le statue bronzee furono scolpite da Ludwig von Schwanthaler con materiale ricavato da antichi cannoni fusi e ritraggono il Conte di Tilly, comandate cattolico che durante la guerra dei 30 anni riuscì a cacciare le truppe svedesi da Monaco e il principe Karl Philipp Von Wrede, generale tedesco che combatté prima al fianco di Napoleone e poi contro di lui.

Il monumento dedicato all’esercito bavarese che è posto al centro del complesso fu fatto aggiungere solo nel 1892 dal principe Luitpold e venne realizzato da Ferdinand von Miller il giovane per commemorare le vittime della guerra tra Germania e Francia tra 1870 e 1871.

I leoni di marmo che fiancheggiano la scalinata sono, invece, opera di Wilhelm Ruemann e risalgono al 1905.

Dove si trova la Feldherrnhalle di Odeonsplatz

Il luogo in cui si trova la Feldherrnhalle si trova adiacente al Palais Preysing e ad est dell’Hofgarten, precisamente nella Odeonsplatz, una delle piazza più belle di Monaco, che in ogni suo angolo ricorda molto lo stile architettonico italiano.

Oltre alla Feldherrnhalle, che per l’appunto è di ispirazione fiorentina, infatti, la piazza è dominata dal Theatinerkirche, la seicentesca chiesa di San Gaetano appartenente all’ordine dei Teatini, considerata primo e riuscitissimo esempio di barocco italiano.

Oltre alla rilevanza dal punto di vista squisitamente artistico, la Feldherrnhalle ha acquisito anche una notevole importanza storica.

Quando il nazionalsocialismo ottenne il potere, nel 1933, la loggia divenne, infatti, uno dei massimi centri di culto del movimento poiché nel 1923 proprio presso questo imponente monumento la polizia bavarese aveva messo fine al cosiddetto Putsch della birreria, o Putsch di Monaco, con cui si fa riferimento al tentato colpo di Stato messo in atto da Adolf Hitler e altri leader suoi seguaci nel tentativo di sovvertire la Repubblica di Weimar.

Nel conflitto armato che avvenne in questa occasione, ci furono vittime da entrambe le parti.

Alle vittime filonaziste venne reso omaggio nel 1933 con l’opera commemorativa di Paul Ludwig Troost e con l’organizzazioni di manifestazioni annuali.

Al termine della Seconda Guerra Mondiale, quel memoriale fu rimosso e sostituito da una placca di bronzo, posta nel terreno sul lato orientale, in memoria dei quattro ufficiali di polizia rimasti uccisi nell’atto di fermare i ribelli nazionalsocialisti.

Come raggiungere la Feldherrnhalle

La soluzione più conveniente per raggiungere la Feldherrnhalle è utilizzare le linee metropolitane U3, U4, U5 o U6 e scendere alla fermata che porta proprio il nome Odeonsplatz.

Chiudi il menu