Maximilianeum, la sede del parlamento bavarese

maximilianeum monaco di baviera

Il Maximilianeum, dal punto di vista stilistico-urbanistico, costituisce la degna conclusione della Maximilianstrasse, la famosa via dello shopping di Monaco di Baviera.

L’origine di questa sontuosa struttura risale ai tempi di Maximilian II, il quale volle erigere su una collina al di sopra del fiume Isar un Ateneo che permettesse la formazione dei giovani più talentuosi (di ogni ceto sociale) della Baviera.

Storia del Maximilianeum di Monaco

Collegato direttamente alla Maximilianstraße dal Maximilianbrücke, il palazzo fu edificato tra il 1857 ed il 1874 su progetto di Friedrich Bürklein.

I lavori durarono ben 17 anni a causa della pendenza della zona in prossimità del fiume sulla quale si andava ad edificare. Oltre a questo la facciata, originariamente progettata in stile neo gotico, fu definitivamente “alterata” e costruita in stile rinascimentale dall’architetto Gottfrid Semper.

La bellezza del Maximilianeum è dovuta decisamente alla sua facciata, lievemente incavata, con un ingresso sporgente a tre arcate, inoltre, alla sua sommità, vi è posta la statua di un angelo.

Le ali esterne all’ingresso presentano arcate al piano terra e sono asimmetriche; la facciata oltre a ciò fu abbellita con delle superbe statue, mosaici sulle finestre dei piani superiori e dipinti.

L’interno del Maximilianeum è stato decorato con quadri a soggetto storico-allegorico.

Oggi questo edificio svolge una duplice funzione: oltre ad essere la sede rappresentativa del Parlamento Bavarese già dal 1949, esso è anche una scuola di eccellenza per studenti particolarmente dotati.

Come arrivare al Maximilianeum

Foto: muenchen.tv/instagram

Booking.com

Previous Post
Next Post