La Gliptoteca di Monaco di Baviera, è uno dei più interessanti musei del capoluogo bavarese; per chi ama l’arte classica, una visita in questo luogo costituisce un appuntamento irrinunciabile.

Progettata su incarico di Ludwig I dall’architetto di corte Leo von Klenze nel 1830, la Gliptoteca fu in assoluto il primo museo pubblico della città.

Nei piani del monarca bavarese, quest’opera faceva parte di un grande progetto urbanistico che voleva trasformare la città in una Atene dell’Isar.

Architettura della Gliptoteca di Monaco di Baviera

L’edificio presenta una bellissima e armoniosa facciata neoclassica con il suo frontone centrale ionico; le sale interne, disposte tutte intorno ad un cortile quadrato, ben si sposano con le opere esposte contribuendo così ad elevare lo spirito dei visitatori.

All’interno della Gliptoteca, i turisti possono ammirare una cospicua collezione di sculture greche e romane che parte dal VI secolo a.C. fino al IV secolo d.C.

Iniziando la visita del museo, passerete attraverso il periodo arcaico contemplando alcune sorridenti statue di giovani nudi; proseguendo col periodo classico, potrete notare il “tipico” contrasto artistico dell’epoca ossia l’alternarsi, nelle statue, di una gamba portante con una gamba libera.

gliptoteca monaco di baviera
Fauno Barberini (Gliptoteca) – Foto: P. Rogondino

In una delle sale successive è custodito un capolavoro dell’arte ellenistica, il Fauno Barberini, collocato in una apposita sala ispirata al Pantheon di Roma. Qui la sua realistica figura giace addormentata su un tronco di un albero.

Oltre a questo, non perdetevi l’Apollo di Tenea (metà VI secolo a.C) e le sculture dei guerrieri del tempio di Aphaia provenienti dall’isola greca di Egina.

La Gliptoteca si affaccia sulla Königsplatz, una bella piazza sempre costruita da Leo von Klenze nella prima metà dell’Ottocento.

Antistante al museo troverete la Collezione Nazionale di Antichità, una collezione di antichità all’interno di un edificio adornato da colonne corinzie; qui potrete visitare diverse collezioni di grande interesse storico come quelle delle ceramiche e del vasellame che vanno dall’età micenea fino ai primi secoli dopo la nascita di Cristo, la collezione di vasi attici rossi e neri, la coppa di Dionisio di Exekias, gioielli etruschi e tutta una serie di oggetti realizzati dal Pittore di Amasis, uno dei massimi ceramisti di Atene.

Il terzo edificio che si affaccia sulla Königsplatz è il Propyläen, costruito anch’esso dal grande architetto di corte prendendo a modello i Propilei dell’Acropoli di Atene.

Se volete scoprire la vera arte classica tra i musei della città, la Gliptoteca rimane una scelta eccellente.

Orari della Glyptothek

Gli orari della Gliptoteca sono:

  • dal Martedì alla Domenica: dalle 10:00 alle 17:00 (il giovedì fino alle 20:00).
  • Lunedì: chiuso.

Prezzi dei biglietti

La visita della Gliptoteca unita alle Collezioni Nazionali di Oggetti Antichi ha un costo di 6.00 euro. La Domenica invece, il biglietto costa solo 1,00 euro.

Ricordate anche che i minorenni possono entrare gratuitamente al museo.

Come arrivare alla Gliptoteca

Per arrivare alla Gliptoteca: Ubahn U2 oppure Bus 100, entrambe con fermata Königsplatz.

ATTRAZIONI VICINO LA GLIPTOTECA

konigsplatz, la piazza neoclassica di monaco di baviera

Königsplatz

Königsplatz, è il tipico esempio della trasformazione che volle dare nella prima metà dell’Ottocento Re Ludwig I (1786-1868), il quale decise ad ogni costo di trasformare il capoluogo bavarese in un’autentica Atene sull’Isar.

birreria lowenbrau monaco di baviera

Birreria Löwenbräu

La birreria Löwenbräu Keller di Stiglmaierplatz è una delle birrerie più famose di Monaco di Baviera da oltre un secolo. Questa grande birreria si distingue sicuramente per l’ospitalità bavarese, il cibo locale e, naturalmente, la sua ottima birra Löwenbräu servita dai camerieri in abiti tradizionali.

Chiudi il menu