Memmingen, capoluogo della Bayerische Schwaben, è una piccola città ricchissima di storia.

Fondata nella metà del 1100 dal duca Welf VI sul sito di un presidio militare romano, godette di una grande prosperità come Città Libera Imperiale.

Punto di stoccaggio del sale e centro commerciale per pellame, spezie, vino e tessuti pregiati, Memminger fu anche il punto di partenza per la rivolta contadina del 1525 e delle sollevazioni dei principi protestanti con il sostegno di Lutero.

La città vanta anche un concittadino illustre, Bernhard Striegel, uno dei maestri della pittura tedesca del primo ‘500.

Oggi, sebbene Memminger abbia anche alcune industrie, ha conservato il suo aspetto di “nobile” città, con parte delle mura e dei torrioni da cui era circondata.

Cosa vedere a Memminger: il centro storico

Il cuore della città è la Marktplatz dove si trovano il bianco caratteristico edificio del Rathaus dalle torrette sormontate da verdi cupole a cipolla, la Steuerhaus (Casa del Dazio) con una facciata verde tutta affrescata ed i portici e la Grosszunft, casa patrizia destinata a feste ed eventi pubblici.

Sono molti gli edifici civili e religiosi che si trovano girando per i vicoli acciottolati di Memminger.

Tra i religiosi la Martinkirche, tardogotica di culto evangelico, riconoscibile dalla torre campanaria quadrata con un orologio sotto la cupola a turbante, l’Antoniehaus eretto come casa di cura per l’herpes (fuoco di S.Antonio) malattia allora molto diffusa, ispirato alla vita e le opere di S. Antonio ed oggi museo dedicato all’ordine antoniano, e la Frauenkirche con affreschi gotici.

Tra gli edifici civili di Memminger degno di nota è lo Striegel Museum, dedicato all’artista famoso soprattutto per le sue pale d’altare, la Siebendächerhaus (Casa dei sette tetti) del 1600, per i suoi molteplici tetti spioventi, particolarità dovuta al fatto che i conciatori, che qui avevano il loro laboratorio, mettevano le pelli ad asciugare sui tetti e la Fuggerbau dei ricchissimi banchieri Fugger di Ausburg.

Ma Memmingen non è tutta qui, vale la pena di gironzolare senza meta per la città vecchia, ci sono molti angoli caratteristici con case a graticcio, soprattutto nel Weinmarkt dove avevano sede molte corporazioni di arti e mestieri.

Chiudi il menu