Ratisbona, in tedesco Regensburg, è una delle più antiche città della Baviera. Importante centro commerciale e culturale della Germania, questa città ricca di storia e patrimonio dell’umanità UNESCO, si trova a nord del Danubio: il suo meraviglioso centro storico medievale è costituito da numerose chiese ed eleganti dimore aristocratiche dei secoli XIII e XIV.

La città è anche una meta popolare per essere il luogo dove si può partecipare a crociere fluviali, con battelli fluviali che navigano sui corsi d’acqua locali e oltre.

In questo borgo medievale, i visitatori sono anche attratti dal Duomo di Ratisbona, dai suoi resti romani e dal ponte di pietra, in tedesco Steinerne Brücke.

Sono molto belli anche i mercatini di Natale che si tengono proprio nella piazza antistante il duomo.

Un’ultima informazione: nel 2006, durante il suo viaggio in Baviera, Papa Benedetto XVI ha tenuto un discorso molto sentito presso l’università locale dal titolo: Lectio magistralis “Fede, ragione e università – Ricordi e riflessioni”.

Del suo glorioso passato, la città conserva ancora numerose testimonianze.

Duomo di Ratisbona

Nelle vicinanze del ponte di pietra a Ratisbona si trova la Domplatz, la piazza della cattedrale, da secoli centro nevralgico della città. Qui si eleva il famoso Duomo di Ratisbona, risalente al XIII secolo.

Con le sue due guglie alte 105 metri e la magnifica facciata occidentale risalente al 1395-1440, è senza dubbio la più bella chiesa gotica della Baviera.

I suoi interni spaziosi sono riccamente decorati, caratterizzati da una superba vetrata del XIV secolo e le figure dell’Annunciazione del 1280 sui due pilastri occidentali della traversata.

Adiacente al bellissimo chiostro del XIV secolo si trova la Cappella romanica di Ognissanti con le sue meravigliose pitture murali, mentre sul lato nord si trova la Cappella di Santo Stefano, che risale all’800 d.C.

La cattedrale è anche famosa per il suo coro, il Domspatzen, il coro dei fanciulli della cattedrale, conosciuto il tutta la Germania per il proprio valore. Per oltre un ventennio, questo coro è stato diretto da Georg Ratzinger, fratello del più noto Papa Benedetto XVI.

Importante visitare è anche il tesoro della Cattedrale con le sue esposizioni di oro e tessuti dall’XI al XX secolo. Adiacente al Palazzo Vescovile si trova il Niedermunster , una ex abbazia con la tomba di San Erhard che presenta numerosi affreschi del XII secolo e resti di edifici romani.

Ponte di pietra di Ratisbona

Allontanandovi dal duomo procedendo in direzione del Danubio, passeggiando tra vicoli e piazze arriverete allo Steinerne Brücke, il famoso ponte di pietra di Regensburg: il ponte, lungo ben 310 metri, è un’impressionante struttura del XII secolo che si trova a cavallo del Danubio da oltre 900 anni.

Questo capolavoro di ingegneria medievale, ora solo per i pedoni, offre anche splendide viste sul Danubio.

Assolutamente da visitare il Museo della Torre: all’interno troverete manufatti e documenti relativi alla costruzione del ponte, mentre all’esterno ammirerete il suo orologio del XVII secolo.

Su questo ponte circolano alcune divertenti leggende nelle quali si narra che la costruzione del ponte sia opera di un patto tra il costruttore ed il diavolo, il quale avrebbe richiesto ad opera terminata le prime tre anime di chi lo avesse attraversato. Il costruttore ingannò il diavolo facendo passare per il ponte alcuni animali da cortile.

Se prima di attraversare il ponte volete fare una pausa, accomodatevi nella famosissima Wurstküche, il più antico ristorante della Germania dove potrete degustare la specialità della casa, ovvero le salsicce di maiale alla griglia.

Schottenkirche, il monastero Scozzese

All’estremità ovest della città vecchia di Ratisbona, precisamente in Jakobstrasse, si trova la Schottenkirche, conosciuta anche come Chiesa scozzese o Monastero scozzese.

Costruito nel 1150 da monaci irlandesi, in origine era un monastero benedettino, chiamato Jakobskirche o St. James Abbey .

Di particolare interesse è la porta situata a nord spettacolarmente decorata, la porta scozzese, che ha conferito al monastero tanta magnificenza da essere considerato uno degli edifici ecclesiastici romanici più importanti della Germania.

Interessante è anche la vicina chiesa di S. Ulrico, una chiesa in stile gotico risalente al 1025 e sede del Museo Diocesano con la sua arte sacra dall’XI secolo in poi.

Alter Kornmarkt e il vecchio Municipio della città

Il fulcro della città vecchia di Ratisbona, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, si concentra intorno all’Alter Kornmarkt. Qui sorge la parte più antica della città, la torre romana risalente al II secolo e l’Herzogshof, residenza dei Duchi di Baviera edificata nel 988 d.C.

Sul lato sud della piazza si trova la Cappella Vecchia (Alte Kapelle) risalente al 1002 con i suoi sontuosi interni in stile rococò, così come la chiesa barocca carmelitana del XVII secolo.

Altri edifici interessanti da visitare sono: il Museo della storia di Ratisbona in un antico monastero con le sue fantastiche esposizioni di reperti romani e medievali e la casa di Keplero, dove l’astronomo Johannes Kepler morì nel 1630.

E’ anche il luogo in cui si trova il vecchio municipio (Altes Rathaus) risalente al XIV – XVIII secolo con i suoi appartamenti storici, aule del tribunale medievale, collezione d’arte e antichità.

La superba sala imperiale (Reichssaal) dell’edificio è il famoso luogo d’incontro del primo parlamento tedesco dal 1663-1806.

Le chiese di St. Blasius’ e St. Emmeram’s

La chiesa di St. Blasius’, risalente al XIII secolo, è una delle chiese gotiche più grandi e antiche di Ratisbona e della Germania.

Qui potrete ammirare murales e tombe, una Madonna della Misericordia tardogotica, e una scrivania del XV secolo nella stessa stanza dove un tempo insegnava San Alberto Magnus, uno dei maggiori studiosi europei.

Un’altra antica chiesa di rilievo è l’ex monastero benedettino di St. Emmeram.

Fondata nel VII secolo sul sito di un antico edificio romano, la chiesa presenta un portico romanico del 1170 e un delizioso portale con tre rilievi in ​​pietra calcarea dell’XI secolo.

La chiesa presenta un sontuoso interno barocco aggiunto nel 1733, che contiene una serie di magnifiche tombe dal XII al XV secolo e tre cripte.

Museo del Danubio di Ratisbona

Nei pressi del Ponte di ferro (Eiserne Brücke) a Ratisbona, sono ormeggiate un paio di vecchie navi: sono le navi museo Ruthof-Ersecksanad, un vecchio piroscafo a pale, e il rimorchiatore diesel Freudenau, le principali attrazioni del Museo sul Danubio di Ratisbona.

Qui sarà possibile ammirare artefatti e materiali relativi alla storia della navigazione in Baviera, comprese le vite delle persone che navigavano in questi fiumi.

Herzogspark

Herzogspark, situata sulle rive del Danubio,è un parco di quattro acri di dimensione e un luogo piacevole in cui trascorrere il tempo.

Ciò che troverete interessante in questo antico parco pubblico, risalente al 1293, sarà: un giardino botanico, il Prebrunnturm medievale (una torre costruita nello stesso periodo del giardino) e i resti dell’antico fossato della città.

Molto gradevole da visitare è il grazioso giardino alpino con i suoi garofani, primule e rododendri e persino un roseto.

Interessante è anche il Giardino rinascimentale recentemente aggiunto, nello stesso stile del periodo. Consigliata anche una visita al Württembergisches Palais , sede del Museo di storia naturale della Baviera orientale.

Walhalla

walhalla ratisbona
Walhalla – Foto: Andreas Flohr

A Donaustauf, a soli 11 chilometri a est di Ratisbona, si trova lo spettacolare Walhalla, il tempio neoclassico progettato da Leo Von Klenze, molto somigliante al Partenone di Atene, edificato per volere di Ludwig I al fine di onorare tutte le personalità illustri della Germania.

Tra busti e tavole commemorative, qui ci si trova davvero di fronte all’eccellenza culturale teutonica: Bach, Mozart, Strauss, Lutero, Wagner, Kant solo per citarne alcuni.

Questo imponente monumento neoclassico, che prende il nome dal Walhalla della leggenda norrena, vanta oltre 65 placche e 130 busti in marmo che coprono circa 2000 anni di storia.

Se vi rimane ancora del tempo e volete anche vedere i dintorni di Ratisbona, sappiate che a circa 30 chilometri di distanza ci sono le famosissime Gole del Danubio.

Chiudi il menu