La Residenz, un maestoso palazzo appartenuto alla antica dinastia dei Wittelsbach, è la sede della ex residenza reale di Monaco di Baviera.

Da qui, per diversi secoli, hanno governato duchi, principi elettori e diversi re di Baviera fino al 1918, anno della caduta della monarchia bavarese.

Situata nel cuore di Monaco, proprio nel suo centro storico, la Residenza è uno dei palazzi reali più grandi d’Europa: 130 stanze aperte al pubblico, oltre al Teatro Cuvilliés, la Camera del Tesoro e l’Hofgarten, l’elegante giardino reale.

Oltre a ciò, è sede dell’importante Museo dei Wittelsbach, il Residenzmuseum, aperto al pubblico fin dal 1920.

Il palazzo reale è un mix di diversi stili, avendo sale e stanze di stile rinascimentale, ma anche neoclassico, barocco e rococò.

Nel visitarlo, ci si può rendere conto di come i regnanti bavaresi vissero in passato e come fossero circondati da sfarzo e raffinatezza.

La Residenz è ricca di sale degne di interesse.

È possibile visitare l’Ahnengalerie, la galleria degli antenati, che ospita 121 ritratti dei sovrani della Baviera, dalle origini fino all’ultimo re di Baviera Ludwig III.

Da non perdere, ci sono anche:

  • Antiquarium – la più grande sala rinascimentale al nord delle Alpi commissionata dal duca Albrecht V e abbellita da affreschi e opere scultoree le
  • Reiche Zimmer – la sala imperiale in stile rococò
  • Schlachtensale – la sala delle battaglie decorata con le scene delle guerre napoleoniche, in alcune delle quali ha partecipato Ludwig I in persona.

Oltre a questo, non perdetevi anche la Camera del Trono e la Paptliche Zimmer, la camera dove venne ospitato nel 1702 Pio VI.

Interessante sarà anche visitare le due cappelle, la Hofkapelle  – cappella reale – e la Reichekapelle, la cappella dedicata ai cortigiani.

Passando all’esterno della Residenza, vi consigliamo di visitare il Grottenhof, il più bello ed antico dei cortili del palazzo con la fontana in bronzo di Perseo e la riproduzione di un ninfeo ricoperto di conchiglie.

E’ stupendo anche il giardino reale, l’Hofgarten, i cui portici, ancora una volta, hanno affreschi dedicati alle gesta più famose della famiglia dei Wittelsbach.

Per attraversare tutta la Residenz è consigliabile affidarsi ad una visita guidata.

Teatro Cuvilliés

Indipendentemente che siate o meno appassionati di teatro, il Teatro Cuvilliés merita senz’altro di essere visitato.

Una volta entrati, ciò che colpisce è il grande sfarzo che si respira in ogni angolo.

Putti, colonne in marmo, drappeggi, lampadari in cristallo, balaustre. Il tutto è decorato dagli accesi colori del rosso e del dorato, che ne fanno un vero gioiello in stile rococò.

Il Teatro Cuvilliés si trova all’interno della Residenza reale di Monaco di Baviera, e rappresenta uno dei teatri rococò più belli e famosi d’Europa.

Oggi lo potete ammirare in tutto il suo splendore e ospita, con i suoi 523 posti, rappresentazioni musicali e opere.

Nel corso degli anni ha subito frequenti interventi di restauro prima di diventare quello che vediamo oggi.

La sua origine risale al 1750, anno in cui il principe elettore di Baviera, Massimiliano Giuseppe III, ne commissionò il progetto all’architetto belga Cuvilliés, da cui il teatro prese il nome.

Doveva trattarsi della “neues opera haus”, il nuovo teatro dell’Opera per la corte di Monaco di Baviera.

I lavori durarono dal 1751 al 1753 e fu proprio in occasione dell’onomastico di Massimiliano Giuseppe III, che venne inaugurato.

Dal 1795 il teatro fu aperto anche al pubblico, e non più riservato solo alla corte.

Quattro anni dopo si assisterà alla prima ristrutturazione del Teatro Cuvilliés, attenuando alcuni elementi rococò per dare maggiore precedenza al gusto neoclassico dell’epoca.

Tra il 1811 e il 1864 questo teatro spettacolare attraversò un periodo di crisi, dovuto alla costruzione al suo fianco di un nuovo teatro, il Nationaltheater, presso il quale cominciarono ad essere tenute gran parte delle opere.

Durante il regno di Ludwig II, le rappresentazioni teatrali divennero sempre più private, tanto da avere come unico spettatore solo il sovrano.

Il 1885 vide poi un secondo nuovo restauro, allo scopo di valorizzarne l’importanza storica ed artistica.

Alla fine della monarchia, nel 1918, il teatro divenne “Residenztheater” o “kleines Haus”.

La seconda guerra mondiale lo ferì profondamente, devastandone una buona parte. Fortunatamente però si riuscì a recuperare molto degli interni, e si procedette all’ennesima ristrutturazione, a cui ne seguirono altre anche di recente per migliorarlo e abbellirlo sempre più.

Orari della Residenz di Monaco di Baviera

Per quanto riguarda la visita al palazzo della Residenz di Monaco di Baviera, l’apertura è prevista tutti i giorni, ad eccezione di alcuni giorni festivi, quali il 1° gennaio, il martedì grasso, e 24-25-31 dicembre.

Va comunque tenuto presente che alcune sale potrebbero non essere accessibili al pubblico a causa di restauro. Meglio dunque informarsi al momento dell’acquisto del biglietto.

Se invece si vogliono visitare il Museo e il Tesoro, gli orari da seguire sono:

  • 9.00 18.00, da aprile al 15 ottobre;
  • 10.00 alle 17.00, dal 16 ottobre a marzo.

Per gli orari dettagliati del Teatro Cuivillés e della Sala dei Bronzi si possono reperire le informazioni sul sito ufficiale della Residenz.

Villaggio di Natale nel Kaiserhof

Ogni anno, al Kaiserhof (il cortile imperiale) della Residenza di Monaco, si rivive la magia del Natale.

È abitudine infatti ricostruire il villaggio natalizio ricreando i particolari dell’epoca: tutto è molto caratteristico, con bancarelle che offrono specialità e bevande tradizionali bavaresi, artigiani che mostrano le loro arti antiche e musica dal vivo.

A rendere l’atmosfera ancora più speciale, soprattutto per i bambini, è poi la vecchia slitta con l’attacco per le renne e la foresta incantata con le sue figure fiabesche parlanti.

Inoltre si può assistere anche a rappresentazioni teatrali con le marionette.

Quest’anno il villaggio di Natale sarà allestito nel periodo che va dal 21 novembre al 22 dicembre 2019, e lo si potrà visitare tutti i giorni dalle ore 11.00 alle ore 21.00.

Ingresso libero.

Biglietti della Residenza

È possibile acquistare i biglietti sia online sia presso la biglietteria in loco. La scelta è tra il biglietto singolo che permette di accedere solo al Residenz Museum o biglietti combinati che comprendono anche il Tesoro e il Teatro Cuvilliés.

I prezzi per i biglietti singoli:

Ingresso Museo Residenz

  • 7.00 Euro (Biglietto Regolare)
  • 6.00 Euro (Biglietto Ridotto)

Ingresso Tesoreria

  • 7.00 Euro (Biglietto Regolare)
  • 6.00 Euro (Biglietto Ridotto)

Ingresso Teatro Cuvilliés

  • 3.50 Euro (Biglietto Regolare)
  • 2.50 Euro (Biglietto Ridotto)

Biglietti combinati Residenz Museum + Tesoro + Teatro Cuvilliés

  • 13 Euro (Biglietto Regolare)
  • 10.50 Euro (Biglietto ridotto)

Per quanto riguarda l’ingresso ai giardini reali è gratuito.

Inoltre gli under 18 e over 65 entrano gratuitamente in tutto il palazzo reale.

Sono previsti infine sconti qualora si fosse in possesso della Monaco City Tour Card.

Come arrivare alla Residenz di Monaco di Baviera

Raggiungere la Residenz è molto comodo dato l’imbarazzo della scelta del mezzo da utilizzare e all’efficienza del servizio di trasporto pubblico tedesco.

Se ci si vuole spostare con la metro, (U-bahn) occorre prendere la linea U3, U6 con fermata Odeonsplatz. Da qui, in pochi minuti a piedi si raggiunge la Residenza.

Se invece preferite usare la S-bahn ( il servizio ferroviario suburbano) , occorrerà prendere la linea S1-S8, più il bus numero 132 con fermata Marienplatz.

Se si vuole invece prendere solo il bus, il numero 100 con fermata Odeonplatz vi porterà a pochi passi dalla vostra destinazione. Col tram infine basterà prendere la linea 19  per il Nationaltheater.

ATTRAZIONI VICINO AL MUSEO RESIDENZ

max joseph platz, la piazza di monaco di baviera

Max-Joseph Platz

La Max-Joseph Platz è una grande piazza nel cuore di Monaco di Baviera. Essa è fiancheggiata dall'imponente Teatro Nazionale e dal Museo Residenz, purtroppo però il vialetto d'accesso al garage sotterraneo interrompe l'estetica di questo grazioso luogo. La piazza prese il nome dal Re Maximilian Joseph e, come se non bastasse l'onore di avere una piazza tutta dedicata a se, c'è anche il monumento di Max-Joseph nel mezzo.

maximilianstrasse monaco di baviera

Maximilianstrasse

La Maximilianstrasse è la strada più costosa del centro storico: qui sono rappresentate quasi tutti i brand di lusso internazionali della moda e della gioielleria. Boutique alla moda come Armani, Louis Vuitton e Gucci, gioiellerie o prestigiose gallerie d'arte saranno pronti a creare una vera e propria dipendenza da Maximilianstrasse.

Chiudi il menu