Siegestor, comunemente conosciuto come l’Arco della Vittoria di Monaco di Baviera, è un arco monumentale che si trova sulla Ludwigstrasse ispirato all’arco di Costantino di Roma; esso fu costruito dall’architetto Friedrich von Gärtner per volere di Ludwig I tra il 1843 e il 1852 in onore della vittoria dell’esercito bavarese contro Napoleone.

Le sue tre arcate tuttavia ricordano l’architettura di un altro monumento dedicato all’esercito bavarese: il Feldherrnhalle.

Durante la Seconda Guerra Mondiale il Siegestor fu seriamente danneggiato e, dopo il suo restauro, l’Arco della Vittoria fu trasformato in un monumento alla pace.

Decorazioni della Siegestor

Sono molto belli i particolari dell’Arco della Vittoria come gli inserti marmorei e i bassorilievi che raffigurano le battaglie dell’esercito bavarese.

In questa occasione, il monumento costruito rende omaggio all’esercito bavarese che sconfisse Napoleone, poiché i dettagli di questo episodio sono stati fatti in alcune parti della porta, inclusi bassorilievi di battaglie e scene immortali di quell’episodio della storia.

Oltre a rendere omaggio all’esercito bavarese, la Siegestor descrive alcune delle aree più importanti di Monaco di Baviera rappresentandole con figure allegoriche:

  • Alta Baviera: una fattoria nelle Alpi
  • Alta e Media Franconia: artigianato e bestiame
  • Bassa Franconia: vigneti, cereali e navigazione
  • Oberpfalz: artigianato
  • Svevia: arte tessile

La parte superiore dell’Arco della Vittoria è dominata da una statua della Baviera in trionfo su un carro trainato da quattro leoni.

L’iscrizione in tedesco nella parte superiore recita: Dedicato alla vittoria, distrutto dalla guerra, simbolo della pace.

Da qui si possono raggiungere altri luoghi di interesse come il giardino inglese, Odeonsplatz con la Feldherrnhalle e la chiesa di St. Kajetan. L’arco inoltre divide il quartiere di Maxvorstadt da Schwabing.

Foto: munchen.tv/instagram

Chiudi il menu