strada romantica germania

Il miglior sito per volare low cost

La Strada Romantica, in Germania, è composta dai 350 km più famosi della Baviera che va dal nord della Franconia al sud dell’Algovia e si snodano per una piccola parte nel Baden-Würrtenberg, tra paesaggi romantici e dolci colline, in un tripudio di fiori nella bella stagione, attraversando paesi e cittadine medievali dove sembra che il tempo si sia fermato, e dove, nel periodo dell’Avvento, i mercatini di Natale si svolgono in un ambiente da fiaba.

Alcuni dei luoghi che non potete perdervi percorrendo la Romantische Strasse sono:

Würzburg

strada romantica germania wuerzburg

Spendi meno per un Hotel

Würzburg la città in cui comincia la Strada Romantica della Germania. Situata nella bassa Franconia, sulle rive del Meno, si trova esattamente a metà strada tra Francoforte e Norimberga. Circa l’80% della città fu purtroppo distrutto durante i bombardamenti del 1945, e ricostruito poi in seguito, nel dopoguerra. La Residenza di Würzburg (Residenz) costituisce il fiore all’occhiello di questa cittadina, patrimonio dell’umanità UNESCO, la cui costruzione ha avuto inizio nel 1720.

Questa era la dimora dei principi-vescovi e vanta l’affresco più grande del mondo, un dipinto opera di Giovanni Battista Tiepolo. I Principi Vescovi risiedevano inizialmente nella Fortezza di Marienberg che domina la città e dalla quale si gode uno straordinario panorama sulla città ed i vigneti che si stendono fino alla riva del Meno. Molte sono le cose da vedere in città, la più importante è il Duomo di St. Kilian dalla caratteristica facciata a doppia torre, è la quarta chiesa per dimensioni e per altezza della Germania.

Tauberbischofsheim – atmosfera romantica e scuola di scherma

strada romantica germania tauberbischofsheim

Situata nella valle del Tauber, in questa cittadina sorta su un insediamento franco nel 730 fu fondato il primo monastero di monache della Germania. La città fece parte della diocesi vescovile di Magonza fino a quando, dopo la vittoria di Napoleone, passò sotto la Baviera. Moltissime sono le testimonianze del suo glorioso passato. Attorno alla romantica Marktplatz il palazzo municipale neogotico, anche sede dell’Ufficio del Turismo, il Rehof barocco e stupendi edifici a graticcio come la “Alte Post” e “Sternapoteke”. Molte anche le belle case private con i frontoni decorati: “Rincker Haus”, “Mackert Haus”, “Lieber Haus” ed altre.

Chiude la piazza, dal lato opposto al Municipio, la Liobakirche. Percorrendo la Hauptstraße pedonale si incontrano altri edifici degni di nota fino a raggiungere la tenuta “Hohen Erz und Domstift Mainz” che comprende la cappella di S. Sebastiano, la chiesa neogotica di S. Martino ed il Kurmainzisches Schloss (castello del feudo arcivescovile) del 1250 che ospita il “Museo naturale della Tauber-Franconia”. La piazza antistante il castello è dominata dalla massiccia torre circolare del guardiano divenuta il simbolo della città. Sulla stessa piazza la “Bischemer Kröte Brunnen“ (fontana del rospo Bischem) dal soprannome degli abitanti.

Lauda-Königshofen – “Otto Ciclistico” e “Via del Vino”

Questa interessante cittadina di antica tradizione vinicola, merita una visita per assaporare la sua atmosfera romantica del centro storico, tra case a graticcio, insegne decorate e degustazioni e per vedere la Prämonstratenskirche, stupenda costruzione barocca con un grandioso organo ed un pulpito rococò ed il Grünbach Brücke ornato da statue di santi di notevoli dimensioni.

Sul ponte inizia la “via del Vino”. Lauda, inoltre, si trova nel punto di intersezione del cosiddetto “Main-Tauber-Fränkisch Radachter” (Otto ciclistico del Meno-Tauber-Franconia), un famoso itinerario per biciclette a forma di 8 che in due giri ed 11 tappe comprende la zona tra Würzburg e Weikersheim.

Bad Mergentheim – terme e Cavalieri Teutonici

Sorta sull’incrocio di importanti vie commerciali, la città fu donata dagli Hohenlohe all’Ordine dei Cavalieri Teutonici che ne fecero la loro residenza fino al 1806. Il loro splendido ”Deutschordenschloss” (Castello dell’Ordine) ospita oggi il “Deutschordenmuseum” che è anche il Museo della città, ma si visitano anche le stanze del Maestro e la Sala Capitolare, splendidi esempi di abitazione principesca barocca. Il castello racchiude anche una grande collezione di armi, rappresentazioni storiche di battaglie e… case delle bambole. Nella cripta della “Hofkirche” (Chiesa di corte) sono sepolti molti appartenenti dell’ordine e, nella stanza del guardiano della “Bläserturm” (Torre dei trombettieri), si possono sentire le bande cittadine. Bad Mergentheim ha anche un grazioso centro storico.

Sulla Marktplatz si trovano il Municipio e belle case barocche e a graticcio. Nel mezzo della piazza la rinascimentale “Milchling Brunnen” (Fontana dello sbarbatello) con la statua del Maestro Schutzbar (chiamato appunto Milchling) che aveva scelto la città come residenza dell’Ordine. Suggestivi i vicoletti che si dipartono dalla piazza, con le loro statue di santi e madonne, ricordano il dominio dell’Ordine in questa “Hergottsland” (Regione di Dio). Oggi la città è un’affermata stazione termale, famosa per le acque ricche di magnesio che curano disturbi del metabolismo.

Weikersheim, la città-castello degli Hohenlohe

strada romantica germania weikersheim

La città che è stata per secoli residenza degli Hohenlohe è stata costruita in funzione del loro castello. La stessa Marktplatz è delimitata dalla parrocchiale e da alcune case barocche a cui si collegano quelle che erano un tempo le abitazioni del personale del castello. Sono a semicerchio ed al centro lasciano lo spazio per l’ingresso principale del castello stesso. Gli interni sono intatti e gli arredi perfettamente conservati. Bellissima la “Rittersaal” (Sala dei cavalieri), una delle più belle e grandi del suo tempo. Splendido il soffitto a cassettoni dipinti con scene di caccia e le pitture di animali selvatici alle pareti ed impressionante il grande camino tutto lavorato. Magnifico il grande parco barocco dove, nei diversi padiglioni, si possono visitare l’Orangerie, il Tauberländer Dorfmuseum che espone oggetti ed arredi della popolazione rurale ed il Forstmuseum (Museo Forestale).

Röttingen – la città delle meridiane

Questa piccola e graziosa cittadina vinicola presenta un delizioso centro storico con case a graticcio, piccole cappelle e Weinstuben dalle insegne allegre e spiritose. Nella bella Marktplatz, rovinata da un parcheggio, si inizia e finisce la curiosa “Via delle Meridiane”, una strada di 2 km lungo la quale si possono vedere 20 meridiane dei tipi più strani. La strada costeggia la chiesa romanica di St.Kilian con numerosi monumenti sepolcrali del XIII secolo. Fuori dalla cerchia delle mura ben conservate un itinerario archeologico porta a numerosi tumuli e trincee quadrangolari di origine celtica.

Creglingen – la più bella pala d’altare ed un museo unico al mondo

La piccola e deliziosa Creglingen che sorge su quella che un tempo era una strada percorsa da pellegrini, è famosa per la Herrgottskirche (Chiesa di Nostro Signore) fatta costruire dagli Hohenlohe nel punto in cui, secondo la leggenda, un contadino, mentre arava, aveva trovato un’ostia. Nella chiesa si trova la più bella scultura mai creata nella valle dell’Herrgottstal da Tilman Riemenschneider (l’autore del più visitato “altare del preziosissimo sangue” nella Jakobskirche di Rothenburg), un capolavoro in legno di tiglio alti 11 metri. Un’alta particolarità di Creglingen è il “Fingerhutmuseum” (Museo del Ditale), unico al mondo. Si tratta di un piccolo museo privato dove sono esposti ditali dal periodo romano ai tempi nostri provenienti da tutto il mondo, autentici piccoli capolavori.

Rothenburg ob der Tauber

rothenburg germania

Rothenburg ob der Tauber è una delle città più belle e caratteristiche della Strada Romantica. Appena giunti in questo posto verrete subito colpiti dall’atmosfera medioevale che avvolge questo piccolo e grazioso centro. Con una vocazione fortemente turistica, la città è gremita di strutture alberghiere e di ristorazione per accogliere i numerosi turisti che affollano questo centro in tutti i periodi dell’anno, soprattutto in estate. La nascita di Rothenburg è stimata intorno al X secolo con la costruzione del castello dei Conti di Rothenburg. Questo fantastico gioiellino medievale si erge in cima ad un colle circondato dalle antiche mura che recintavano la città, puntellate da torri e porte cittadine, al di sotto del quale scorre il fiume Tauber (da qui il suo nome). Gran parte del centro storico fu purtroppo distrutto da un bombardamento durante la seconda Guerra Mondiale, ad oggi si possono comunque ammirare le vie e le strade completamente ricostruite nel dopoguerra conservando l‘originario stile medioevale. Il fulcro della città di Rothenburg è la Marktplatz, dove si trova il Municipio (Rathaus), edificio in stile gotico ma dalla facciata rinascimentale con la sua slanciata torre di 60 metri.

Schillingsfürst – le acrobazie dei falchi

La cittadina è dominata dall’imponente castello degli Hohenlohe da cui si gode un’impagabile vista della valle. Il castello, con 365 finestre e 70 stanze è uno splendido esempio di architettura barocca con stucchi e porcellane pregiate. Particolare il “Brunnenhausmuseum” (Museo del pozzo), unico nel suo genere perché l’impianto del pompaggio del pozzo è azionato da buoi che calpestano una piattaforma girevole. Ma la cittadina è famosa per i voli acrobatici dei falchi ammaestrati della “Corte Bavarese dei Falchi” che qui vengono addestrati.

Foto: www.chebello.org | <DXR>- Mundus Gregorius – Ismael Alonso – Henry Hengst – George Lezenby – Jakob Surland/Flickr

Il tuo Hotel a Monaco di Baviera al prezzo più basso
CONDIVIDI
mm
Spirito libero, viaggiatrice instancabile, dopo aver visitato tantissimi paesi, arrivata in Baviera se ne è innamorata ed ha cominciato a studiare il tedesco. Adora Monaco che considera una città praticamente perfetta e, se avesse qualche anno in meno, sarebbe già andata a viverci!